Lavabo per il bagno: quale materiale scegliere?

Lavabo per il bagno: quale materiale scegliere?
Consigli per il bagno Seo

La scelta del lavabo per il bagno deve essere ponderata in base agli spazi, all’uso e alle caratteristiche che quest’ultimo deve possedere.

Possiamo scegliere un lavabo freestanding in ceramica oppure un modello di lavabo d’appoggio da collocare su una mensola; un’altra soluzione, invece, è rappresentata dal lavabo da incasso, che viene inserito in un mobile a cassettiera e diventa una soluzione particolarmente adeguata per ottimizzare gli spazi in maniera funzionale.

Nel dettaglio, dopo aver compiuto la scelta più idonea in termini di design, dobbiamo essere sicuri che i materiali selezionati siano durevoli e facili da pulire.

In tal senso, ecco i nostri suggerimenti per scegliere un lavabo idoneo alle proprie esigenze.

Lavabo in ceramica

Da sempre la regina incontrastata dell’arredo bagno, la ceramica è un materiale che coniuga valore estetico a resistenza nel tempo. Inoltre, la ceramica sopporta bene l’utilizzo frequente e, generalmente, anche gli urti.

La ceramica è anche molto semplice da pulire, sia con detersivi a base di candeggina, sia con soluzioni meno aggressive, mantenendo la sua naturale lucentezza nel corso degli anni.

Il costo è abbastanza competitivo, quindi è ideale sia per chi vuole creare un bagno contenendo i budget, sia per chi desidera un bagno più semplice ed elegante.

Lavabo in pietra

La pietra si distingue per la varietà di venature e può essere utilizzata per la realizzazione di un lavabo d’appoggio o freestanding.

Questo tipo di modello, infatti, ben si addice a chi ama uno stile industriale e grezzo, ma allo stesso tempo molto chic.

Lavabo in marmo

Raffinatezza: chi scegli un lavabo in marmo è attratto da atmosfere vintage e desidera dare al proprio bagno questa particolare impronta.

Il marmo, nonostante sia un materiale di una bellezza ineguagliabile, allo stesso tempo presenta due criticità: la prima è rappresentata dai prezzi, che sono tra più alti, mentre la seconda ha a che fare con la delicatezza del materiale.

Nonostante sia durevole, il marmo mal sopporta il contatto con sostanze acide o aggressive. Anche se in fase di produzione al giorno d’oggi si applicano delle pellicole apposite, bisogna averne comunque molta cura.

Lavabo in vetro temprato

Il lavabo in vetro temprato è una soluzione che coniuga leggerezza visiva e colore, in quanto esistono diverse versioni non solo trasparenti o bianche, ma anche colorate.

Facile da pulire come la ceramica, tuttavia, risulta essere un materiale più delicato.

Il vetro temprato, infatti, non deve subire urti violenti, per evitare la formazione di crepe o che venga scheggiato, e deve essere pulito con detergenti appositi.

Lavabo in gres

I lavabi in gres si sono imposti sul mercato acquisendo subito un ruolo da protagonista. Questi ultimi si caratterizzano per il fatto di essere particolarmente resistenti e personalizzabili, sia dal punto di vista dei colori che delle forme. Sono facili da pulire e, come la ceramica, hanno una buona durata nel tempo.

Lavabo in resina

Di tendenza negli ultimi anni sono i lavabi in resina, che consentono di ottenere design moderni e un’ampia gamma di colori.

Rispetto al gres o alla ceramica, bisogna avere particolare cura in fase di manutenzione per evitare di creare macchie o di scolorirli attraverso l’uso di detergenti aggressivi.

Scopri le proposte Arcshop per personalizzare il lavabo per il bagno secondo le tue esigenze.