Box doccia: meglio sceglierlo in acrilico o in cristallo?

Box doccia: meglio sceglierlo in acrilico o in cristallo?
Consigli per il bagno arcshop

La scelta del box doccia certamente influisce sulla resa stilistica dell’ambiente: per questo motivo, l’acquisto deve essere effettuato in base alle proprie esigenze e allo stile con il quale si è scelto di arredare il proprio bagno.

Quando si deve acquistare un box doccia il primo aspetto da valutare è la scelta del materiale che va a comporre la cabina: meglio le ante in acrilico o quelle in cristallo? Vediamo nel dettaglio quali sono le caratteristiche di questi due materiali.

Box doccia in acrilico: i vantaggi e gli svantaggi

I box doccia in acrilico hanno conquistato nel corso del tempo un’ampia fetta di mercato, perché hanno prezzi decisamente convenienti e sono caratterizzati da tante differenti finiture tra cui scegliere.

Possiamo trovare in commercio box doccia in acrilico per nicchia, a soffietto oppure il box con chiusura su due lati. I box doccia in acrilico consentono di comporre la propria doccia in base al design che si preferisce.

Non essendoci di mezzo il vetro, c’è la convinzione che il box doccia in acrilico sia più sicuro. Dobbiamo tener presente, invece, che rispetto al cristallo l’acrilico non si frantuma in mille pezzi, ma si spezza in lame che possono risultare particolarmente taglienti. Se si sceglie un box in acrilico bisogna averne grande cura.

Il box doccia in acrilico può dunque rappresentare una soluzione adatta se abbiamo più bagni da arredare, o anche se dobbiamo arredare il bagno di una casa vacanza. Il box in acrilico, visti i costi maggiormente contenuti, è preferibile quando si deve far fronte a una ristrutturazione improvvisa dell’area doccia e bisogna ottimizzare il budget.

Box doccia in cristallo: quali sono i vantaggi e gli svantaggi

Quando si parla di un box doccia in vetro, in realtà ci riferiamo ad ante e pareti in cristallo temprato. Il cristallo viene lavorato subendo uno shock termico, che conferisce al vetro una particolare resistenza meccanica e consente al cristallo di spaccarsi in piccolissimi frammenti in caso di urti importanti. I prodotti di qualità sono generalmente accompagnati anche da certificazioni di conformità che attestano la sicurezza del cristallo.

Se da un lato abbiamo una maggior sicurezza del prodotto, l’altra faccia della medaglia ci dice che un box doccia in cristallo ha sicuramente un costo più elevato. Il prezzo è influenzato principalmente allo spessore della lastra che si va a installare.

Se realizziamo una parete in vetro senza profilo, dovremo utilizzare un cristallo più doppio, mentre se utilizziamo delle porte in cristallo, allora i costi potrebbero essere più contenuti.

Oltre a una maggior sicurezza, altri pregi dei box doccia in cristallo sono la facilità di manutenzione e la resa estetica. Il box doccia in cristallo può esaltare un mosaico o una piastrella particolare, magari utilizzata solo per personalizzare l’interno della doccia. Anche per questo materiale, si può scegliere tra box doccia in cristallo per nicchia o con chiusura su due lati.

Per chi non ama l’effetto trasparente ma gradisce una maggior privacy, esistono diversi tipi di box doccia in cristallo che presentano motivi satinati o sono realizzati con un effetto opaco. Le soluzioni sono tantissime e il gusto personale rappresenta sicuramente il discrimine principale nella scelta di un box doccia trasparente o di uno opaco.

Scegliere il box doccia perfetto, pertanto, è un’operazione che deve conciliare più aspetti. Per confrontare i prodotti e ottenere maggiori informazioni sui box doccia, scopri i prodotti della gamma Arcshop per l'arredo bagno. Scegli il prodotto più adatto alle tue esigenze e arreda il tuo bagno con stile.